pianeti all’oscuro

galaxy-wallpapers-10

Nel complesso, una costellazione di gente di cui Letizia aveva perso il conto le ruotava intorno. Piano, ma eternamente. Tutte sul suo conto corrente. Tutta bella gente.

[…]

Viola era molto più giovane e l’amava di un sentimento autentico.
Aveva una bellezza tutta sua.
Un’aura di bellezza dolce le apparteneva costantemente.
Era bella ed efficiente.
Forse per questo i pianeti della costellazione all’oscuro pensavano fosse la dama di compagnia, assistente, segretaria tuttofare di Letizia.
Dolce, ma efficiente.

galaxy-wallpapers-10
Invece Viola non faceva niente.
A parte l’arredatrice d’interni per hobby. E amare incondizionatamente quella forza della natura dispotica ma adorabile di Letizia.

Estratto da mica vuol dire in Sedici 1989